Spaccio al cimitero di Santa Lucia e in centro: i carabinieri arrestano tre persone

Spaccio al cimitero di Santa Lucia e in centro: i carabinieri arrestano tre persone
Spaccio al cimitero di Santa Lucia e in centro: i carabinieri arrestano tre persone

Tre persone arrestate con l'accusa di spaccio di droga. E' il risultato di una lunga operazione che si è conclusa ieri mattina all'alba, quando i carabinieri hanno portato in carcere due uomini, di 37 e 29 anni entrambi con una lunga lista di precedenti alle spalle, e hanno posto ai domiciliari una donna trentasettennne anche lei pregiudicata.

L'indagine ha preso il via quando i militari avevano sequestrato una modica quantità di cocaina ad un trentasettenne domiciliato a Sansepolcro, che aveva raggiunto Città di Castello per rifornirsi di stupefacente.

Da lì i carabinieri sono riusciti a ricostruire con dovizia di particolari, una complessa rete di vendita che vedeva all’apice la coppia, marito e moglie entrambi di 37 anni e già conosciuti dalle forze dell’ordine, molto attiva nel comprensorio, collegata ad un ventinovenne pregiudicato, domiciliato del centro tifernate.

I militari sono stati in grado di risalire a circa 400 cessioni di dosi di cocaina: la coppia effettuava lo spaccio nella zona del cimitero di Santa Lucia e nel parcheggio di un noto supermercato nella zona sud della città. Nemmeno la reclusione del marito ha fermato l'attività della moglie che ha continuato l'attività illecita. Anche il ventinovenne aveva una fitta rete di compratori: cedeva stupefacente prevalentemente nei pressi della propria abitazione situata all’interno delle mura del centro storico. All’alba quindi, è scattata l’operazione cui hanno preso parte numerosi carabinieri del Norm e delle Stazioni di Città di Castello, Umbertide, San Giustino, Trestina e Citerna.