Prima «Giornata nazionale dei camici bianchi anche alla Usl Umbria 1»

Prima «Giornata nazionale dei camici bianchi anche alla Usl Umbria 1»
Prima «Giornata nazionale dei camici bianchi anche alla Usl Umbria 1»

«Ringraziamo tutto il personale dell'azienda che, in questi mesi segnati dalla pandemia del Covid, sta svolgendo il proprio lavoro in modo efficace, con notevole competenza e con un grande cuore». Questo il messaggio della direzione dell'Usl Umbria 1 - rappresentata da Gilberto Gentili (direttore generale), Massimo D'Angelo (direttore sanitario) ed Alessandro Maccioni (direttore amministrativo) -  in occasione della Giornata Nazionale dei camici bianchi, che si celebra il 20 febbraio per ricordare e ringraziare gli operatori sanitari impegnati nella lotta contro il Covid.

 

«Questa pandemia – sottolinea la direzione aziendale – ha ricordato a tutti l’inestimabile valore di chi opera nella sanità. Ognuno nel proprio campo di competenza, nei presidi ospedalieri, nel dipartimento di prevenzione e nei servizi territoriali, sta lottando quotidianamente contro il virus, dedicandosi con umanità ai malati e alle loro famiglie: medici, infermieri, operatori socio sanitari, tecnici di laboratorio, il personale delle Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) e dei team vaccinali, i medici di assistenza primaria e i pediatri di famiglia, i medici di continuità assistenziale ed il personale a contratto. Ma insieme agli operatori sanitari coinvolti in prima linea – prosegue la direzione – vogliamo ringraziare tutto il personale amministrativo, impegnato nelle procedure ordinarie ed in urgenza per il reclutamento del personale, gli acquisti, le donazioni ed il passaggio di informazioni; il servizio informatico, che ha implementato tempestivamente sistemi gestionali ed informativi fondamentali per la gestione delle attività primarie  e per la condivisione aziendale ed interaziendale delle informazioni; l’ufficio tecnico e, in generale, tutto il personale che ha supportato e continua a supportare la direzione e i colleghi sanitari in questa difficile e prolungata emergenza».

 

Ad oggi, l'Usl Umbria 1 conta 3.956 dipendenti a tempo indeterminato e determinato, senza contare il personale convenzionato e a contratto. «Tutti, a vario titolo, stanno contribuendo alla gestione dell’emergenza nelle loro sedi di lavoro – conclude la direzione aziendale – ed a loro va il nostro plauso e ringraziamento».

 

La giornata nazionale dei camici bianchi è stata promossa dal regista e scrittore Ferzan Ozpetek e dalla Siae, per ringraziare tutti gli operatori sanitari che si sono spesi e continuano a spendersi nella lotta al coronavirus, alcuni giungendo a sacrificare la propria vita. Proprio il 20 febbraio del 2020 all’ospedale di Codogno veniva identificato il paziente "Uno" colpito dal Covid.