Il sindaco Luciano Bacchetta e il vice questore Michele Santoro lanciano appello

Il sindaco Luciano Bacchetta e il vice questore Michele Santoro lanciano appello
Il sindaco Luciano Bacchetta e il vice questore Michele Santoro lanciano appello

Il sindaco Bacchetta ha condiviso con il vice questore Michele Santoro, dirigente del Commissariato di pubblica sicurezza di Città di Castello, l’invito a continuare a rispettare le regole, raccogliendo la disponibilità della polizia di Stato ad affiancare il Comune e la Polizia Municipale in azioni concrete di supporto ai bisogni delle fasce più fragili della popolazione. «Anche in questi difficili mesi di emergenza la collaborazione tra le forze dell’ordine e l’amministrazione comunale ha continuato a essere molto proficua, molto importante e molto intensa - ha sottolineato il sindaco - voglio ringraziare pubblicamente le forze dell’ordine per la presenza costante, continua, discreta e molto comprensiva, con cui hanno assicurato il rispetto delle norme da parte dei cittadini, garantendo la salute comune con un lavoro molto prezioso, che va apprezzato come merita”.

Il vice questore Santoro ha raccomandato alla cittadinanza di «evitare quanto più possibile di andare in giro», ricordando come sia consentito unicamente di «recarsi al lavoro, uscire di casa una persona alla volta per andare dal medico, in farmacia, per acquisti di generi di prima necessità». «Con l’importante collaborazione della polizia municipale di Città di Castello, la Polizia di Stato sta esercitando un compito gravoso, perchè in questa fase c’è bisogno di tutelare un bene superiore che è quello della salute - ha affermato Santoro, che nell’esprimere - comprensione per la stanchezza delle persone dopo mesi di restrizioni», ha chiesto ai cittadini di «fare un ulteriore sforzo, al cospetto dell’incremento dei numeri del contagio, cercando di capire che le disposizioni che invitiamo a rispettare sono finalizzate a evitare ulteriori morti». «Unitamente ai vigili urbani e alle altre forze dell’ordine, la polizia di stato è al servizio della cittadinanza e sarà a disposizione di tutta popolazione» ha dichiarato il dirigente del commissariato tifernate, lanciando un appello in particolare alle fasce di cittadinanza più fragili, come anziani e invalidi: «chi ha necessità non abbia remore a telefonare al nostro sindaco, alla polizia, ai vigili urbani e rappresentare le esigenze legate al singolo fabbisogno giornaliero, come il ritiro della pensione e l’effettuazione della spesa, perché saremo al servizio di tutti nella massima collaborazione con le istituzioni locali».

A commento dell’intervento del vice questore Santoro, il sindaco Bacchetta ha sottolineato come «la disponibilità delle forze dell’ordine, della polizia di stato, a svolgere una funzione sociale in questa situazione di emergenza sia un bellissimo segnale, che va saputo cogliere”. “Per questo – ha concluso il primo cittadino  - i nostri uffici inizieranno subito a lavorare in sinergia con il Commissariato tifernate».