La Regione dell’Umbria ha deciso di riaprire il reparto Covid-19 all’ospedale di Città di Castello. Attualmente non ci sono pazienti ricoverati.

La Regione dell’Umbria ha deciso di riaprire il reparto Covid-19 all’ospedale di Città di Castello. Attualmente non ci sono pazienti ricoverati.
La Regione dell’Umbria ha deciso di riaprire il reparto Covid-19 all’ospedale di Città di Castello. Attualmente non ci sono pazienti ricoverati.

«Una scelta precauzionale che condivido – ha detto il sindaco Luciano Bacchetta nel  bollettino quotidiano - perché è stata assunta in vista di una ipotetica impennata di contagi che ci potrebbe essere con l’arrivo della stagione autunnale».

A Città di Castello la situazione contagi per ora è abbastanza tranquillizzante.

Nelle scorse ore è emersa una nuova positività: si tratta di una signora di origine straniera, residente nel territorio comunale, che nei giorni scorsi è rientrata in Italia dal proprio Paese di origine e si trova in isolamento domiciliare.

In tutto dai numeri ufficiali diramati dallo stesso Bacchetta sono 14 i casi di positività presenti: 12 i positivi residenti nel comune di Città di Castello, più 2 persone domiciliate in città.

Numeri che il sindaco ha definito «per adesso molto tranquillizzanti, anche perché le persone risultate positive sono tutte in isolamento domiciliare e una sola si trova a villa Muzi per l’impossibilità di svolgere la quarantena nella propria residenza. Questo significa che le loro condizioni non presentano particolari criticità, tant’è che alcuni hanno avuto già un primo tampone negativo e sono in attesa della conferma della guarigione con il secondo test». 

 

Ultime notizie di Attualità per Città di Castello