Raccolta differenziata a San Giustino, iniziata la consegna dei nuovi contenitori

Raccolta differenziata a San Giustino, iniziata la consegna dei nuovi contenitori
Raccolta differenziata a San Giustino, iniziata la consegna dei nuovi contenitori

Obiettivo: trentamila contenitori in trenta giorni.

E’ la tabella di marcia con cui il comune di San Giustino ha iniziato, attraverso Sogepu, la distribuzione ai cittadini dei cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta” in vista dell’avvio ufficiale del nuovo servizio fissato per lunedì 5 ottobre.

Nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19, gli addetti dell’azienda stanno consegnando quotidianamente alle 6 mila utenze domestiche e non domestiche del territorio comunale i cinque contenitori di colori diversi per il rifiuto secco-indifferenziato (coperchio grigio), dell’umido-organico (marrone), della carta e del cartone (blu), della plastica (giallo), del vetro e delle lattine (verde).

I contenitori serviranno per effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti, applicata per la prima volta in Altotevere in maniera integrale (ovvero con il ritiro «porta a porta» di tutti i materiali), secondo l’impostazione del Piano del Sub-Ambito 1 dell’Auri per la gestione integrata in Alta Umbria.

Insieme ai contenitori, gli utenti riceveranno un calendario che riporta i giorni della settimana nei quali saranno raccolte le diverse tipologie di rifiuti, un depliant informativo sulla corretta separazione dei materiali e un modulo per la richiesta del cassonetto per il conferimento del verde proveniente dalla manutenzione dei giardini e degli orti.

Contestualmente all’entrata in funzione del nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta, verranno rimossi dal territorio comunale di San Giustino tutti i contenitori stradali per il conferimento di plastica, vetro e lattine, rifiuto indifferenziato, mentre i cittadini potranno continuare a usufruire di postazioni per la raccolta di pile esauste e medicinali scaduti.

«Con il nuovo modello di raccolta differenziata dei rifiuti si apre una importante fase di cambiamento per tutta la comunità di San Giustino», afferma il vice sindaco e assessore all’ambiente Elisa Mancini, che evidenzia come «gli obiettivi primari del servizio siano di aumentare la percentuale comunale raccolta differenziata e di migliorare ulteriormente l’immagine e la vivibilità di tutto il territorio comunale».

L’amministratore unico  di Sogepu Cristian Goracci rimarca la «grande attenzione e collaborazione da parte dei cittadini, a conferma di una sensibilità ambientale che fa parte della cultura della comunità di San Giustino».

Secondo le proiezioni di Goracci la scelta dell’azienda di una modalità spinta di ritiro a domicilio di tutte le tipologie di materiali consentirà un immediato balzo di circa 20 punti della percentuale di raccolta differenziata e permetterà al Comune di San Giustino di allinearsi rapidamente ai parametri dettati dalla Regione.