Una nuova discarica a cielo aperto segnalata nel centro di Città di Castello. E' allarme ambiente

Una nuova discarica a cielo aperto segnalata nel centro di Città di Castello. E' allarme ambiente
Una nuova discarica a cielo aperto segnalata nel centro di Città di Castello. E' allarme ambiente

Lì dove una volta passava il torrente Scatorbia, ora c’è una massa di rifiuti abbandonati. O meglio, il fiume c’è ma non si vede, tombato sotto il cemento e l’asfalto, ricoperto da una fitta vegetazione. Detta così si potrebbe pensare a una zona disabitata e invece il quartiere è ancora quello Le Fonti, tra il Rione San Pio e il centro di Città di Castello. Sempre via Luca Della Robbia, di fronte al parcheggio dell’area ex sogema, incrocio con via martiri della Liberta. C’è un angolo che passa quasi inosservato a due passi dalle case, da una sosta auto e da un supermercato molto frequentato. Li, in un sottobosco lasciato crescere indisturbato, si annida un po’ di tutto: sacchi, plastica, scarti di gommapiuma, una sedia, ancora un forno elettrico; e poi cassette di legno, pezzi di stoffa, una serie di piatti impilati. In due parole, rifiuti e incuria. Sporcizia diffusa a qualche metro da un’area video sorvegliata, proprio per garantire pulizia e sicurezza all’area. Dove passano pedoni e cittadini residenti. “Qui è ormai un posto degradato”, confessa qualcuno. Un luogo lasciato in stato di abbandono, in piena città.