Usl Umbria 1: le Terme di Fontecchio donano 3 ecografi all’ospedale di Città di Castello

Usl Umbria 1: le Terme di Fontecchio donano 3 ecografi all’ospedale di Città di Castello
Usl Umbria 1: le Terme di Fontecchio donano 3 ecografi all’ospedale di Città di Castello

La solidarietà per l’emergenza Covid-19 da parte di strutture private verso la Usl Umbria 1 non si ferma. Tre nuovi ecografi del valore complessivo di circa 100mila euro, infatti, sono stati donati dalle Terme di Fontecchio ai reparti di senologia, medicina e pronto soccorso del presidio ospedaliero di Città di Castello.

Due degli ecografi sono già stati consegnati ai reparti sono operativi. Il terzo arriverà nei prossimi giorni. La presentazione delle apparecchiature si è svolta nel corso di un incontro alle Terme di Fontecchio al quale hanno partecipato il commissario straordinario della Usl Umbria 1 Silvio Pasqui, il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta e il portavoce delle Terme di Fontecchio Canzio Novelli. 

Si tratta di tre apparecchi all’avanguardia che consentiranno diagnosi precise e permetteranno all’ospedale di svolgere ancora al meglio la propria attività.

“Le Terme di Fontecchio – ha sottolineato il commissario straordinario della Usl Umbria 1 Silvio Pasqui durante il suo ringraziamento - sono da anni un partner privilegiato per la Usl Umbria 1 e sono da sempre un punto di riferimento per l’assistenza termale sia per i residenti nel territorio di nostra competenza che per i residenti di altre regioni. Le nuove risorse ci permetteranno di dotare reparti importanti dell’ospedale di Città di Castello di tecnologie avanzate per la diagnosi di numerose patologie, incluso il Covid-19 qualora dovessero ripresentarsi in futuro nuovi focolai. Questa donazione, in un momento di emergenza come questo che stiamo vivendo, è un’ulteriore testimonianza del sostegno alla sanità e all’ospedale di Città di Castello”.  

“Crediamo che tutte le aziende del territorio, come tutti i cittadini che ne hanno la possibilità, debbano impegnarsi in prima persona in questo momento di grave difficoltà per la comunità e in particolare per i soggetti più deboli e fragili. La nostra azienda – ha detto Canzio Novelli, portavoce delle Terme di Fontecchio -  è sempre stata un punto di riferimento importante nella vita della città e del territorio e crediamo giusto testimoniare la nostra riconoscenza a chi ci ha sempre dimostrato affetto ed attaccamento. Prevediamo momenti difficili nel prossimo futuro ma siamo anche certi che facendo squadra e lavorando insieme potremo superarli più facilmente. Dobbiamo impegnarci adesso per essere pronti a cogliere le opportunità che scaturiranno quando questa emergenza sarà finita”.

Questa importante donazione da parte della proprietà delle Terme di Fontecchio – ha concluso il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta -  è la testimonianza concreta della straordinaria vicinanza e solidarietà che, fin dal primo momento dell’emergenza Covid-19, si è instaurata in maniera commovente fra tutte le componenti della nostra comunità locale. Anche io a nome di tutti i cittadini e gli utenti dell’ospedale ringrazio per tramite del dottor Canzio Novelli la proprietà delle Terme di Fontecchio, luogo caro ai tifernati ed anche al sottoscritto per averci trascorso gran parte della mia attività lavorativa, per questa dimostrazione di aiuto e sostegno attraverso tecnologie all’avanguardia che saranno necessarie per mantenere alto il livello delle prestazioni sanitarie e potenziamento della rete ospedaliera”.