Da lunedì 18 maggio anche l'isola ecologica di Anghiari riapre la sua attività

Da lunedì 18 maggio anche l'isola ecologica di Anghiari riapre la sua attività
Da lunedì 18 maggio anche l'isola ecologica di Anghiari riapre la sua attività

Riapre l’isola ecologica di Anghiari, ma solo su appuntamento.
Da lunedì 18 maggio il via all’attività di raccolta con nuove regole:

Grazie al servizio offerto dal personale del comune, potrà essere fissato un appuntamento chiamando il numero 0575/789696 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.
Il Centro di raccolta continuerà ad osservare gli orari previgenti nel rispetto di specifiche norme di sicurezza:
Sarà possibile recarsi all’isola ecologica solo per motivi di vera necessità, rimandando i conferimenti non urgenti più in là nel tempo;
L’accesso sarà consentito ad un utente per volta e dovrà essere mantenuta sempre la distanza di sicurezza;
In ogni auto potrà essere presente una sola persona e sarà obbligatorio indossare mascherina e guanti.
L’utente dovrà restare nel proprio veicolo in fila fuori dal Centro in attesa del proprio turno di ingresso nel rispetto delle indicazioni fornite dal personale addetto e, sempre senza scendere dal veicolo, dovrà comunicare cosa conferisce indicando: generalità, tipo di rifiuti, quantità dei rifiuti in MC- stima kg.
Al termine delle operazioni, restando dentro al veicolo, dovrà essere firmato il registro e ritirato i documenti attendendo l’apertura del cancello per uscire e rispettando sempre la distanza di almeno 1,8 mt evitando ogni tipo di contatto con l'operatore del Centro.
E’ necessario limitare i quantitativi di rifiuti, in modo che tutti i cittadini possano accedere al Centro di raccolta.
I rifiuti devono essere portati già divisi per tipologia.
E’ severamente vietato abbandonarli fuori dal Centro.
Il commento del vice sindaco Claudio Maggini: “Abbiamo chiesto con insistenza alla Regione e al Sei Toscana che fosse nuovamente attivato un servizio fondamentale per la comunità – ha dichiarato il vice sindaco Claudio Maggini – la situazione ad Anghiari, come in altri paesi del territorio, stava diventando davvero critica ed era necessaria una risposta immediata che finalmente è arrivata. Per agevolare il rispetto delle norme di sicurezza abbiamo pensato di consentire l’accesso solo su appuntamento”.