Per il 2020 i tifernati saranno liberi dal pagamento della Cosap. Decisione presa in vista del bilancio di previsione

Per il 2020 i tifernati saranno liberi dal pagamento della Cosap. Decisione presa in vista del bilancio di previsione
Per il 2020 i tifernati saranno liberi dal pagamento della Cosap. Decisione presa in vista del bilancio di previsione

Via la Cosap a Città di Castello. Il comune ha integrato le misure del governo e fino alla fine del 2020 il Canone non dovrà essere pagato, se non per il mese di gennaio, quando non c’era stata ancora la chiusura.

Questo è quanto è stato deciso in vista dell’esame del bilancio previsionale 2020, la commissione Programmazione del comune ha esaminato le modifiche al regolamento per la Cosap, che per contrastare gli effetti del COVID 19. “Esentiamo tutte le attività commerciali che hanno spazi temporanei o permanenti dalla Cosap, che per noi è un canone di locazione e non una tassa; lo Stato ha introdotto uno sgravio e il Comune ha fatto la parte mancante” questo è quanto comunicato dall’assessore alle finanze Vincenzo Tofanelli. Inoltre gli operatori, se non in contrasto con altre misure, potranno estendere l’occupazione di suolo pubblico gratuitamente.

Durante il dibattito avvenuto in commissione il consigliere Giovanni Procelli ha chiesto se ci fossero agevolazioni anche sulla Tari, “ci sono tante attività che non possono usufruire di spazi pubblici perché i vicoli sono stretti e allora per loro interveniamo sulla Tari” e Tofanelli confermando ha risposto, “stiamo definendo i termini”.