Perde la vita in un incidente in montagna, tragica morte per una 40enne di Umbertide

Perde la vita in un incidente in montagna, tragica morte per una 40enne di Umbertide
Perde la vita in un incidente in montagna, tragica morte per una 40enne di Umbertide

Si chiamava Elisa Montanucci, era nata a Umbertide dove ha vissuto fino a qualche anno fa, per poi trasferirsi al nord, a Casale sul Sile, col marito e i figli.

Quarant’anni, due bambini di 8 e 10 anni, un marito, una vacanza nelle amate montagne, una vita davanti, il sogno che si spezza in fondo a un dirupo.

Dal Trentino la notizia più triste viaggia veloce in un mercoledì pomeriggio estivo fino all’Altotevere.

Elisa non c’è più.

Nel pomeriggio di martedì in Alto Adige, sulle montagne della Valle Aurina in provincia di Treviso, durante una  gita con la sua famiglia sopra l’abitato di San Pietro  è precipitata per circa 50 metri in un dirupo erboso.

Secondo quanto ricostruito, al momento dell’incidente, verificatosi a circa 2.400 metri, la donna non era in compagnia dei figli e del marito dato che aveva deciso di proseguire l’escursione lungo un sentiero alternativo.

Si sarebbero dovuto rivedere  al lago di Gries, ma a quell’appuntamento la donna non è mai arrivata. Il marito, dopo aver provato più volte a contattarla, ha lanciato l’allarme ai soccorritori che, con l’ausilio di un elicottero, intorno alle 20.30 hanno trovato il corpo senza vita.

In una nota l’amministrazione comunale di Umbertide «esprime tutta la sua vicinanza alla famiglia Montanucci per il gravissimo lutto che l’ha colpita con la perdita dell’amatissima Elisa.

Ai genitori Paolo e Francesca, ai fratelli Piero e Maria le più sentite condoglianze. Siamo certi di esprimere a nome di tutta la comunità i più sinceri sentimenti di vicinanza nel momento più duro e doloroso della loro vita».