Il comune di San Giustino subentra nell'anagrafe nazionale della popolazione residente

Il comune di San Giustino subentra nell'anagrafe nazionale della popolazione residente
Il comune di San Giustino subentra nell'anagrafe nazionale della popolazione residente

Dopo l'attivazione della carta d'identità elettronica, il Comune di San Giustino pone un nuovo tassello verso la digitalizzazione dei processi amministrativi: il subentro nell' Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), che ha come obiettivo quello di unificare in un’unica banca dati le anagrafi degli oltre ottomila Comuni italiani, costituendo un riferimento unico per la Pubblica Amministrazione, le società partecipate e i gestori di servizi pubblici. Il Sindaco informa quindi la cittadinanza che, onde permettere il passaggio definitivo, per l’intera giornata del 3 giugno 2020, gli uffici Anagrafici ed Urbanistici comunali non potranno effettuare alcuna operazione e che pertanto non saranno accessibili al pubblico. A fronte di tale modesto disagio, preme sottolineare che l’ingresso nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente rappresenta un ulteriore importante traguardo per questa Amministrazione (giunto a buon fine grazie all’impegno ed alla professionalità degli operatori degli Uffici Demografici e del CED del Comune), in quanto ANPR non è solo una banca dati, ma un sistema integrato di interscambio di informazioni a livello nazionale tra amministrazioni pubbliche, che tra l’altro consentirà ad ogni cittadino di richiedere i propri certificati anagrafici di residenza e stato di famiglia attraverso qualsiasi Comune italiano, a sua volta subentrato, o di accedere on line alla visura dei propri dati anagrafici; sarà inoltre possibile per i cittadini eleggere un domicilio digitale o un indirizzo di posta certificata (PEC), che potrà essere utilizzato per le comunicazioni telematiche ufficiali. Il subentro in ANPR rappresenta quindi un altro tassello verso la semplificazione dei rapporti tra cittadini e Comune, obiettivo nel quale questa Amministrazione crede molto.