Due Daspo dopo l'incontro di calcio OLIMPIC – SANSOVINO

Due Daspo dopo l'incontro di calcio OLIMPIC – SANSOVINO
Due Daspo dopo l'incontro di calcio OLIMPIC – SANSOVINO

I carabinieri della Stazione di Monte San Savino, al termine delle indagini avviate dopo i disordini avvenuti allo stadio al termine della partita Olimpic Sansovino – U.S. Torrita, applicano due DASPO ai tifosi responsabili.

Il 22 dicembre 2019, allo stadio comunale “Le Fonti” di Monte San Savino, si gioca la partita tra l’Olimpic Sansovino e l’U.S. Torrita, valevole per il Campionato Regionale di Prima categoria girone E. Subito dopo la fine della partita, la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Cortona veniva allertata dalla segnalazione di una donna che richiedeva l’intervento dell’Arma a causa di dissidi in corso tra alcuni tifosi delle due squadre. Subito venivano inviate due pattuglie, e giunti presso il campo sportivo i militari venivano avvicinati da alcuni tifosi della squadra ospite che gli mostravano i danni su una loro autovettura: secondo quando dichiarato da suddetti tifosi, mentre si trovavano a bordo del veicolo nel piazzale antistante lo stadio, cercando di andare via per fare ritorno a Torrita, sarebbero stati accerchiati da un gruppetto di tifosi della Sansovino che avevano sferrato calci e pugni sulla carrozzeria della macchina, ed in particolare uno di loro gli aveva frantumato il lunotto posteriore con un pugno. Subito i militari della Stazione di Monte San Savino intraprendevano delle approfondite indagini per ricostruire i fatti e capire chi fossero i responsabili. Dopo aver sentito i testimoni e grazie ad un’accurata attività, si riusciva a ricostruire la reale dinamica i fatti: alcuni tifosi del Torrita, a termine partita, salivano a bordo della loro autovettura, ma prima di andare via, hanno fatto delle sgommate con il mezzo, nel centro del piazzale antistante lo stadio, vicino ai tifosi della Sansovino, con fare sprezzante e provocatorio. Alcuni tifosi della squadra di casa, infastiditi da tale gesto si sono avvicinati all’auto ed uno di loro effettivamente colpiva il vetro posteriore, frantumandolo. I Carabinieri, hanno quindi proposto la misura del DASPO all’autista del mezzo, il tifoso del Torrita, nonché al tifoso della Sansovino responsabile della rottura del vetro. La misura, emessa dal Questore e notificata nel pomeriggio di ieri ai diretti interessati, ha durata di un anno.