Una petizione per ripristinare una barriera lungo la E45 che impedisca il passaggio di animali selvatici lungo l’arteria

Una petizione per ripristinare una barriera lungo la E45 che impedisca il passaggio di animali selvatici lungo l’arteria
Una petizione per ripristinare una barriera lungo la E45 che impedisca il passaggio di animali selvatici lungo l’arteria

Dopo gli incidenti avvenuti nei giorni scorsi lungo la E45 ai danni di automobilisti che si sono trovati lungo il loro percorso lupi e cinghiali, arriva la proposta di una petizione per la ripristinazione di una apposita barriera che possa impedire il passaggio di animali selvatici. L’appello è stato lanciato nel gruppo Facebook «Vergogna E45» da un utente che evidenzia in un post «lo stato di pericolo in cui la strada a scorrimento veloce versa nelle zone di Città di Castello e limitrofe, per quanto riguarda l'assenza, in molti tratti, della recinzione che impedisce l'ingresso di animali in carreggiata». L'idea è quella di «indire una libera petizione da sottoporre, regolarmente protocollata, alle autorità del Comune di Città di Castello e di San Giustino affinchè facciano pressione sulle autorità di competenza per la sistemazione delle aree a maggiore rischio della E45». E' sicuramente dovere delle autorità preposte – scrivono nel posto - tutelare i cittadini così come è dovere civico per gli utenti della strada segnalare in maniera ufficiale tutte quelle situazioni». Nel frattempo si sono verificati anche altri avvistamenti di ungulati lungo la E45, questa volta nella zona perugina dove una donna al volante della propria auto si è vista attraversare la strada da un grosso cinghiale, fortunatamente non ci sono state conseguenze, il traffico si è rallentato e in pochi secondi l’animale è scappato.