260 osservazioni esaminate dal consiglio comunale per varare il piano regolatore comunale

260 osservazioni esaminate dal consiglio comunale per varare il piano regolatore comunale
260 osservazioni esaminate dal consiglio comunale per varare il piano regolatore comunale

Cinque sedute in una settimana per scandagliare le 260 osservazioni presentate e varare il piano regolatore nella sua parte operativa che in consiglio ha incassato il favore della maggioranza (13 voti favorevoli di PD, PSI, la Sinistra, Gruppo Misto) e i voti contrari di tutta l’opposizione (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Marcello Rigucci, Tiferno Insieme e Castello Cambia).

La città si ridisegna immaginando una mobilità sostenibile, la variante per eliminare la strettoia attorno alle mura, investimenti per l’edilizia scolastica: la costruzione della nuova scuola media Dante nella zona dell’Apecchiese (vicino ai campi da tennis) per la quale c’è un cospicuo finanziamento.

«Progetto che nasce dai numeri della popolazione scolastica in quel bacino e da valutazioni tecniche legate anche alla sismicità», ha precisato l’assessore al ramo Rossella Cestini.

Nel piano anche il progetto della Casa della Salute nell’ex ospedale, con un finanziamento di 9 milioni di euro, «attorno al quale però c’è da ritessere la tela con la Regione, proprietaria dell’immobile».

Su Piazza Burri: «C’è un gruppo di lavoro che sta operando ad un piano attuativo pubblico privato che venerdì 24 gennaio alle 10 tornerà a riunirsi. Non posso dirvi quando si farà la piazza, ma pubblico e privato stanno lavorando», ha aggiunto l’assessore rispondendo alle sollecitazioni dei consiglieri durante la recente riunione del consiglio comunale.

Cestini ha parlato più in generale di «un prg figlio del suo tempo, realizzato nel periodo della crisi economica, della trasformazione agricola, del rispetto ambientale» ed ha ringraziato tutti, consiglieri e tecnici, per il lavoro svolto.

Molto critiche sul piano regolatore le opposizioni che hanno votato no.