Lite in centro a Sansepolcro, interviene anche la Lega "Un fatto inaccettabile"

Lite in centro a Sansepolcro, interviene anche la Lega "Un fatto inaccettabile"
Lite in centro a Sansepolcro, interviene anche la Lega "Un fatto inaccettabile"

Solo 30 euro alla base della lite scaturita fra due uomini in centro storico a Sansepolcro nella tarda mattinata di lunedì, interviene sul fatto anche il consigliere regionale della Lega Casucci “Tolleranza zero contro episodi del genere“, il sindaco Cornioli plaude al lavoro delle forze dell'ordine. I due, un 48enne di Viterbo e un 42enne di origine albanese senza fissa dimora, entrambi con precedenti penali, si erano dati appuntamento ai giardini di Piero della Fracesca per regolare una vicenda legata alla restituzione di una piccola somma di denaro. Da qui la lite fino ad arrivare alle mani e all’estrazione di piccole armi da taglio con le quali hanno entrambi cercato di ferirsi. I passanti hanno dato l’allarme di fronte ad una scena concitata, all’arrivo dei carabinieri sul posto c’era solo il 48enne viterbese rimasto gravemente ferito al costato, solo successivamente i militari hanno rintracciato il 42enne albanese in un’abitazione, anch’egli lievemente ferito, motivo per cui è stato medicato nel pronto soccorso di Sansepolcro. Il primo si trova tutt’ora ricoverato all’ospedale Le Scotte di Siena, ma le sue condizioni non destano particolare preoccupazione, su di lui grava una denuncia per aggressione, è stato portato nel carcere di Arezzo con l’accusa di tentato omicidio il 42enne su cui grava l’accusa di tentato omicidio. Un’aggressione in pieno giorno che ha sollevato polemiche anche dal mondo politico, tuona infatti il consigliere Casucci in concerto con il segretario della Lega Valtiberina Valerio Mercati contro un atto di violenza che reputano inaccettabile. Complimentandosi con le forze dell’ordine chiedono maggiore sicurezza preoccupati della violenza che si sta diffondendo anche in una zona che viene ancora considerata un’isola felice, ma si dimostra sempre più spesso teatro di fatti di cronaca.

Il sindaco Mauro Cornioli sottolinea il fatto che le persone coinvolte non sono abitanti del territorio biturgense.

“L'amministrazione comunale di Sansepolcro desidera rivolgere un plauso alle nostre forze dell'ordine per aver individuato e fermato in tempi rapidi i responsabili di questo grave fatto di cronaca.” Queste le prime parole del sindaco Mauro Cornioli a seguito della vicenda che lunedì scorso ha visto una violenta lite tra due uomini degenerata in accoltellamento.

“Stando alle ricostruzioni dei carabinieri, si sarebbe trattato di un regolamento di conti tra due persone che non risiedono a Sansepolcro - ha spiegato il primo cittadino - Fortunatamente c'è stata fin da subito una grande collaborazione da parte dei nostri concittadini sia nel dare informazioni su quanto accaduto, sia nel sollecitare i soccorsi. A loro va il mio personale ringraziamento per aver contribuito con grande senso civico e responsabilità al fermo per tentato omicidio del responsabile del fatto.”