Eliminazione delle barriere architettoniche, delegazione tifernate a Padova per elaborare un progetto

Eliminazione delle barriere architettoniche, delegazione tifernate a Padova per elaborare un progetto
Eliminazione delle barriere architettoniche, delegazione tifernate a Padova per elaborare un progetto

Città di Castello continua il suo percorso verso l’eliminazione delle barriere architettoniche. Nei giorni scorsi una delegazione tifernate (guidata dall’assessore Luciana Bassini e da Carlo Reali per l’’associazione “Il Mosaico”, e Riccardo Lucaccioni per “Cuor di Leone”) ha partecipato ad un incontro al comune di Padova con l’assessore ai Lavori Pubblici e alcuni tecnici per l’elaborazione di un Piano che sarà presto al vaglio del consiglio comunale.

Città di Castello impegnata da tempo per rendere la città accessibile a tutti è uno dei comuni faro a livello nazionale per la realizzazione concreta del Peba, il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Verso questo traguardo il comune tifernate si sta avvicinando a grossi passi e quello del comune di Padova, sarà un contributo importante.

Infatti i responsabili di quell’amministrazione hanno illustrato nel corso dell’incontro il giusto metodo per redigere e attuare il PEBA e per iniziare a pensare in concreto a una città senza ostacoli e barriere a misura di cittadino.

Nel frattempo, dallo scorso mese di Novembre l’amministrazione comunale, su proposta del sindaco, Bacchetta e dell’assessore ai Lavori Pubblici, Luca Secondi, lavora in sinergia con l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia proprio per rendere concreto un documento esplorativo che definisca gli indirizzi di intervento per rimuovere gli ostacoli e dare piena fruibilità ai luoghi pubblici. 

E’ atteso per febbraio un altro incontro a Città di Castello con gli esperti di Padova per proseguire il dialogo già avviato e creare una rete per diffondere buone pratiche in questo campo.