Migliorano i dati dell'occupazione giovanile. Bene l’Umbria, a seguire Toscana e Marche

Migliorano i dati dell'occupazione giovanile. Bene l’Umbria, a seguire Toscana e Marche
Migliorano i dati dell'occupazione giovanile. Bene l’Umbria, a seguire Toscana e Marche

Occupazione giovanile in miglioramento secondi i dati di Confartigianato. Lo studio del mercato del lavoro evidenzia una riduzione di 2,8 punti del tasso di disoccupazione degli under 30 ed in particolare nel terzo trimestre 2019 il tasso di disoccupazione under 30 è sceso al 20,1%, un livello che non si registrava dalla fine del 2011. Migliora dunque l'occupazione giovanile ed in particolare è il contratto di apprendistato quello che registra un trend particolarmente positivo. Le nuove assunzioni in apprendistato di giovani under 30 sono state nel settore privato 317.696, questo significa che attraverso questo importante canale entrano nel mondo del lavoro 1.261 giovani per ogni giorno lavorativo. Dunque le assunzioni degli apprendisti superano del 9,9% (28.534 unità in più) le 289.162 nuove assunzioni di giovani a tempo indeterminato. L’apprendistato inoltre mostra saldi positivi fin dal 2014 ed ha toccato a luglio 2019 il massimo di +144.504. Negli ultimi 12 mesi i giovani vengono soprattutto assunti con contratto a termine e solo il 10,7% dei contratti è a tempo indeterminato. In chiave territoriale la maggiore propensione all’utilizzo dell’apprendistato si registra in Umbria dove negli ultimi 12 mesi si contano 18,2 nuovi rapporti di apprendistato ogni cento nuovi rapporti attivati per under 30; ma anche la Toscana con il 14,9% e le Marche con il 14,3% mostrano buone performance.