Boom di visitatori al Museo civico e casa di Piero a Sansepolcro

Boom di visitatori al Museo civico e casa di Piero a Sansepolcro
Boom di visitatori al Museo civico e casa di Piero a Sansepolcro

1284 visitatori dal 26 al 31 dicembre e 539 nei primi giorni dell’anno fra Museo e Casa di Piero: ottimo esito per le presenze al Museo Civico Piero della Francesca di Sansepolcro nelle festività natalizie, davvero di buon auspicio per l’andamento nel 2020 del turismo culturale nella città biturgense. Nei giorni finali dell’anno hanno prevalso i gruppi organizzati mentre il 2 e 3 gennaio a visitare Sansepolcro sono state maggiormente famiglie provenienti dal centro-nord d’Italia, in particolare dalla Toscana e da regioni limitrofi quali ad esempio le Marche. Evidentemente si tratta in questo caso di persone che scelgono di effettuare una gita in città e in alcuni casi di sostare in zona per un paio di giorni. In ogni caso in questo periodo i turisti sono stati nella stragrande maggioranza italiani. Se si guarda invece l’intero 2019, i cui dati però sono ancora in fase di elaborazione, non pare che i numeri abbiano superato quelli del 2018, anche per via della chiusura, dapprima totale e poi parziale, della E45, cosa che ha senz’altro condizionato pesantemente il movimento turistico, privando Sansepolcro dei visitatori dal Nord Italia e delle gite scolastiche. Interessante invece l’arrivo dei turisti russi, frutto evidente della presenza di due opere di Piero, il San Giuliano e il San Ludovico, alla grande mostra pierfrancescana di San Pietroburgo fino a metà marzo 2019. Altri motivi di attrazione nel capoluogo biturgense sono stati inoltre la mostra Leonardo Visions per il 500enario leonardesco e la presenza di Sansepolcro in varie trasmissioni televisive nazionali, quest’ultima un fattore destinato a dare ancora frutti nel 2020.