Secondo ponte sul tevere, ancora 30 giorni per il tar

Secondo ponte sul tevere, ancora 30 giorni per il tar
Secondo ponte sul tevere, ancora 30 giorni per il tar

Nuova fase nella complessa vicenda del ricorso al Tar sull’affidamento dei lavori per il secondo ponte sul tevere a Sansepolcro. La decisione è stata presa, ma il Tribunale Amministrativo Regionale della Toscana si è preso un altro mese di tempo prima di renderla nota. Ricordiamo che il ricorso era stato presentato dalla Conscoop di Forlì, l’impresa che a inizio 2019 si era aggiudicata l’appalto per la costruzione del ponte ma che a giugno era stata retrocessa al secondo posto dopo l’accoglimento, da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, delle istanze di Rti Castaldo, l’altra società concorrente, a sua volta esclusa in prima istanza dalla graduatoria per la mancanza di una firma digitale. Non si tratta comunque di un rinvio: il ricorso è stato trattenuto in decisione dal Tar della Toscana, il quale si è comunque espresso ma che ha anche deciso di prendersi tutto il tempo previsto dal Codice del processo amministrativo, per pronunciarsi quindi entro il prossimo 27 marzo, quando si saprà quale sarà l’impresa che aprirà il cantiere. Non appena riceverà l’avviso di deposito della sentenza, il Comune di Sansepolcro potrà procedere con l’affidamento dei lavori in un senso o nell’altro, visto soprattutto che non ci sono stati ulteriori rinvii dibattimentali.