GRANDE ATTESA A PIEVE PER IL CONCERTO DI SERGIO CAPUTO

GRANDE ATTESA A PIEVE PER IL CONCERTO DI SERGIO CAPUTO
GRANDE ATTESA A PIEVE PER IL CONCERTO DI SERGIO CAPUTO

Pieve Classica entra nel vivo della sua stagione con uno degli appuntamenti più attesi dell'intera rassegna. Sabato prossimo 22 Febbraio , al teatro Papini di Pieve Santo Stefano (inizio alle ore 21,15)  sarà il turno di Sergio Caputo, uno dei grandi interpreti della musica italiana, entrato nel cuore degli italiani addirittura nel 1983 con il suo album "un Sabato Italiano", divenuto uno dei più famosi e venduti nella storia della musica leggera italiana.

Sergio Caputo è romano, e inizia la sua carriera musicale verso la fine degli anni 70 al Folk Studio, lo storico club in cui si e' formata parte della musica d'autore italiana. Nel 1983 esce il suo primo album "UN SABATO ITALIANO".

Questo album lo porta subito al successo ed e' tutt'ora un classico, caratteristica perfetta per la rassegna pievana che, appunto, del termine "classico" ne fa un uso nella sua accezione più larga possibile.

Lo stile di Sergio è un POP- JAZZ che spesso spazia nel latino e si distingue per un uso insolito e innovativo del linguaggio letterario, ed ha come temi predominanti il quotidiano, l’amore, e le nevrosi metropolitane. 

I suoi testi sono stati proposti agli studenti di varie universita' italiane e straniere come esempio di poesia contemporanea italiana.

Nel 1999 si trasferisce negli States dove vive e lavora per 12 anni, facendosi conoscere ed apprezzare come chitarrista jazz con il nome di "Smooth jazz".

Rientrato recentemente in Italia ha subito rielaborato il suo famosissimo album del 1983 in chiave jazz. Nel 2016 esce il suo nuovo album di inediti "Pop Jazz and love" mentre più recente è la sua collaborazione artistica con il famoso cantautore italiano Sergio Baccini. Caputo svolge una intensa attività concertistica Live ed è appunto in questa veste che lo potremo ammirare a Pieve Classica. 

Si annuncia quindi un logico "tutto esaurito" al Teatro Papini per questo artista vero, grande musicista, grande poeta, grande interprete, che nobiliterà la stagione Pievana di questo Pieve Classica che sta sempre più entrando nel panorama italiano della buona musica "live".