In Toscana botta e risposta sul futuro della ex Fcu fra il leghista Casucci e l’assessore regionale Ceccarelli

In Toscana botta e risposta sul futuro della ex Fcu fra il leghista Casucci e l’assessore regionale Ceccarelli
In Toscana botta e risposta sul futuro della ex Fcu fra il leghista Casucci e l’assessore regionale Ceccarelli

La ex Fcu è un’infrastruttura importante per la mobilità della Valtiberina ma si tratta di un problema complesso: è questa in sintesi la dichiarazione dell’assessore toscano alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli in risposta alle ripetute affermazioni polemiche, anche recenti, espresse dal consigliere regionale della Lega Marco Casucci. Ceccarelli ricorda che “il tratto di ferrovia su territorio toscano è di appena 6 km: la competenza nella gestione dell’infrastruttura è ovviamente di Rfi e l’interesse preminente è della Regione Umbria”, alla quale l’assessore ribadisce che la Regione Toscana ha “sempre dato la massima collaborazione per sollecitare tutti i Governi che si sono succeduti ad affrontare la questione nell’interesse dei cittadini, anche quando il Governo in questione era quello in cui i riferimenti politici del consigliere Casucci avevano ruoli di primo piano”. Purtroppo – continua l’assessore – “in Valtiberina per il momento il servizio ferroviario è stato sostituito dal servizio bus”. E Ceccarelli si limita ad auspicare “di poter presto vedere i treni in servizio anche nel tratto Sansepolcro-Città di Castello”.