Consiglio comunale tra ex Manifattura e bilancio

Consiglio comunale tra ex Manifattura e bilancio
Consiglio comunale tra ex Manifattura e bilancio

 Il consiglio comunale di Sansepolcro riunito nei giorni scorsi in “videoconferenza” ha affrontato il tema principale della seduta, quello del bilancio, spaziando poi su numerosi altri argomenti: dalla situazione della ex Manifattura Tabacchi alla pericolosità di via Anconetana fino alle varianti al Regolamento Urbanistico.

La seduta si è aperta con le comunicazioni del presidente del Consiglio Lorenzo Moretti e del sindaco Cornioli. In particolare una di queste riguarda la ex Manifattura Tabacchi, di cui chiedeva conto anche un’interrogazione del Pd.  Il sindaco ha ripercorso tutta la storia, sottolineando che di recente la prefettura avrebbe voluto inserire proprio qui gli uffici della polizia di stato. Ma l’operazione non ha trovato il consenso della Cassa Depositi Prestiti.

Quindi Cornioli ha spiegato la situazione del blocco dei lavori per il secondo ponte sul Tevere da parte dei carabinieri forestali e sull’argomento è intervenuto anche l’assessore Marzi che ha tranquillizzato il consiglio sulla ripresa del cantiere in tempi brevi, non appena gli uffici avranno sistemato le varie questioni.

 Sul tema, hanno preso parola le opposizioni. “L’iter si sta allungando un po’ troppo per la ex Manifattura – ha detto Catia Giorni (M5S) – A questo punto è da valutare la possibilità di trovare strade alternative. Per quanto riguarda il secondo ponte, la notizia è sconcertante. Vorrei capire quali tempistiche ci saranno per la ripresa dei lavori”. “Prendiamo atto che l’ex Tabacchi è al punto di partenza – ha continuato Laurenzi (Pd-InComune) – Abbiamo avuto 5 anni per sognare. Per parte nostra, la cosa importante sarebbero le case popolari. Riguardo al secondo ponte, i lavori sono stati fermati poco dopo la posa della prima pietra e partire con queste lacune desta preoccupazione”.

“Sulla Manifattura ammetto che questa amministrazione si è trovata sulle spalle le decisioni di giunte passate. Per quanto riguarda il ponte, essendo un tecnico, mi sento di solidarizzare con la direzione dei lavori perché il cantiere è molto complicato. D’altronde non viene contestata l’opera e questo è ciò che conta” ha dichiarato Tonino Giunti (Forza Italia). Ha concluso i commenti Alessandro Rivi (Lega): “Condivido le difficoltà dell’impresa visto il complesso cantiere, ma spero che avremo presto approfondimenti dal sindaco. Sulla Manifattura c’è da fare una riflessione e capire come dare piglio maggiore per sbloccare la situazione”.