Docenti e studenti impegnati nella conoscenza dell'autismo, oggi più che mai. Un progetto dell'Istituto Patrizi-Baldelli-Cavallotti

Docenti e studenti impegnati nella conoscenza dell'autismo, oggi più che mai. Un progetto dell'Istituto Patrizi-Baldelli-Cavallotti
Docenti e studenti impegnati nella conoscenza dell'autismo, oggi più che mai. Un progetto dell'Istituto Patrizi-Baldelli-Cavallotti

Nel giorno dedicato alla consapevolezza dell’autismo l’istituto Patrizi-Baldelli-Cavallotti dà modo ai propri docenti e studenti di entrare in questo intricato mondo per capirne le difficoltà e le meraviglie. Oggi Giovedì' 2 aprile ricorre proprio la XIII Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo, istituita dall'Onu ,  per richiamare l'attenzione di tutti sui diritti delle persone con  tale sindrome  che si manifesta durante la crescita. In questa occasione dunque i componenti dell’istituto tifernate potranno visionare il film-documentario “Se ti abbraccio non aver paura”, prodotto da Ushuaia Film con la regia di Niccolò Maria Pagani, ispirato all’omonimo libro di Fulvio Ervas che sarebbe uscito nelle sale proprio in questi giorni in cui però l’emergenza sanitaria ci vede tutti obbligatoriamente a casa. Un’iniziativa che ha lo scopo di sensibilizzare tutte le componenti scolastiche (e non solo) riguardo alle caratteristiche del disturbo, inducendo così una migliore comprensione della condizione in cui versano le persone che ne sono portatrici e, di conseguenza, una migliore accoglienza ed inclusione scolastica.

"Un modo per permettere a tutti voi di viaggiare, con gli occhi e con la mente, anche in questi giorni così difficili. Un viaggio lungo 9.000 km, che dall'Italia ha portato me e Andrea fino al deserto del Sahara”…Queste le parole di Franco Antonello, protagonista della pellicola insieme al figlio Andrea, per descrivere il documentario e l’iniziativa.