Arrestato un 31enne di origini albanesi per aver minacciato con tanto di coltello alla gola un adolescente di Sansepolcro e la sua famiglia

Arrestato un 31enne di origini albanesi per aver minacciato con tanto di coltello alla gola un adolescente di Sansepolcro e la sua famiglia
Arrestato un 31enne di origini albanesi per aver minacciato con tanto di coltello alla gola un adolescente di Sansepolcro e la sua famiglia

Punta il coltello alla gola di un adolescente e minaccia la sua famiglia, il tutto per 35 euro, per questo è stato arrestato un 31enne di origini albanesi residente a Sansepolcro. I fatti risalgono al luglio scorso e le indagini, a seguito della denuncia esposta dalla famiglia del ragazzo, sono state condotte dal personale del Comando Compagnia Carabinieri di Sansepolcro, guidato dal comandante Angelo Bardi. Il 31enne secondo quanto circostanziato dai militari avrebbe minacciato più volte il giovane minorenne per farsi consegnare dei soldi per un presunto debito pregresso fino ad arrivare al gesto estremo di puntargli un coltello alla gola. Nel tentativo di difendere il figlio anche i familiari sono stati minacciati con la stessa arma con l’obbiettivo di ottenere il loro silenzio. Da qui è scattata la denuncia e a seguito di un’attenta raccolta degli elementi probatori gli investigatori hanno avuto modo di accertare la fondatezza delle dichiarazioni rese dalle parti lese. Quindi i militari hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Arezzo a carico del 31enne accusato dei reati di rapina aggravata, sequestro di persona, porto abusivo d’armi e minacce aggravate. L’uomo si trova ora nel carcere di Arezzo.