Nuovo appuntamento del Festival delle Nazioni domani sera nella chiesa di San Domenico.

Nuovo appuntamento del Festival delle Nazioni domani sera nella chiesa di San Domenico.
Nuovo appuntamento del Festival delle Nazioni domani sera nella chiesa di San Domenico.

Tra i più apprezzati direttori d’orchestra cinesi della nuova generazione, Zhang Lu sarà il protagonista del primo dei due concerti sinfonici in programma al 52mo Festival delle Nazioni, dedicato alla Cina.

Alla testa dell’Orchestra della Toscana, dirigerà la Quarta Sinfonia di Čajkovskij e il celebre ‘Rach2’, il Secondo Concerto per pianoforte e orchestra in do minore di Rachmaninov, nel quale brillerà il talento virtuoso ed espressivo di Francesco Libetta.

Direttore e pianista, Zhang Lu ha studiato alla scuola di musica Mjaskovskij di Mosca, al Conservatorio di Shanghai, poi in Finlandia, all’Accademia nazionale di Santa Cecilia a Roma.

Questo imperdibile appuntamento musicale, fissato per domani, martedì 3 settembre, alle ore 21 si svolgerà al chiuso, nella Chiesa di San Domenico di Città di Castello, e non al Parco di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, come precedentemente comunicato (chiunque avesse già acquistato i biglietti per il concerto, potrà recarsi direttamente nella Chiesa di San Domenico).

Tra le iniziative collaterali si parlerà di Wu Wei domani, alle ore 19 al Chiostro di San Domenico: l’importante precetto del taoismo che riguarda la consapevolezza del quando agire e del quando non agire – il Wu Wei, appunto – sarà illustrato in un dialogo «in quiete e movimento» con Paola Conti, Mario Eleno, Francesca Grilli, Paolo Rosini, grazie a un’iniziativa a cura di C’entro-Città di Castello. Spostata a venerdì ore 21 invece la lettura teatralizzata liberamente tratta da Il Milione di Marco Polo, inizialmente prevista e annunciata per oggi.

Intanto ha fatto il pieno di pubblico sabato sera Stefano Bollani in «Napoli Trip», concerto che si è svolto nel parco di Palazzo Vitelli.

Doveva essere i primo dei tre concerti nell’edizione di quest’anno all’aperto, ma gli altri sono stati trasferiti nella chiesa di San Domenico date le  avverse condizioni meteo di questi giorni.

Ultime notizie di Cultura per Città di Castello