STRADE, LE PRIORITA’ DEL SINDACATO UIL PER L’ALTOTEVERE

STRADE, LE PRIORITA’ DEL SINDACATO UIL PER L’ALTOTEVERE
STRADE, LE PRIORITA’ DEL SINDACATO UIL PER L’ALTOTEVERE

Un appello per le strade dell’Altotevere ai nuovi eletti in Regione da parte del sindacato Uil che rilancia le priorità.

«Fin troppe sono le infrastrutture avviate e che aspettano una svolta», spiega Federico Biagioli, responsabile Uil Alta Umbria che mette al centro dell’attenzione alcune priorità. 

«Occorre un ulteriore  passo in avanti che, soprattutto l’Alta Umbria, non può più aspettare. Parliamo della piastra logistica di Città di Castello, ferma da troppo tempo, della Galleria della Guinza, con la Fano Grosseto in attesa da anni. Senza sottovalutare, ovviamente, il rafforzamento dell’attuale tratta di ferrovia e lo sfondamento verso Arezzo».

Biagioli in una nota diramata nelle scorse ore coglie l’occasione per «porgere i più sentiti auguri di buon lavoro a tutti gli eletti nell’Assemblea legislativa dell’Umbria in questa nuova legislatura, con l’auspicio che le tensioni da campagna elettorale possano lasciar spazio ad un clima fattivo e costruttivo, per l’interesse dei cittadini».

Tornando alla situazione strade:  «Il nostro intervento non vuol essere un cahier de doleance, ma una road map, un quadro delle necessità del territorio che si trova di fronte a tante opere avviate e a tante altre ferme da anni. Solo partendo da queste situazioni, accompagnandole con un’attenzione ai comuni terremotati e ad una maggiore manutenzione dell’ambiente, su fiumi, torrenti e frane, l’Umbria sarà in grado di fare passo in avanti».