CAPITAN SILVIA TOSTI COMMENTA IL 3-2 DEL VOLLEY CITTA’ DI CASTELLO AL CASTELFRANCO DI SOTTO

  • CAPITAN SILVIA TOSTI COMMENTA IL 3-2 DEL VOLLEY CITTA’ DI CASTELLO AL CASTELFRANCO DI SOTTO
  • CAPITAN SILVIA TOSTI COMMENTA IL 3-2 DEL VOLLEY CITTA’ DI CASTELLO AL CASTELFRANCO DI SOTTO
  • CAPITAN SILVIA TOSTI COMMENTA IL 3-2 DEL VOLLEY CITTA’ DI CASTELLO AL CASTELFRANCO DI SOTTO
CAPITAN SILVIA TOSTI COMMENTA IL 3-2 DEL VOLLEY CITTA’ DI CASTELLO AL CASTELFRANCO DI SOTTO

Il capitano non tradisce mai, specie se si chiama Silvia Tosti. Nella serata dell’esordio al Pala Ioan per il Volley Città di Castello e davanti a una platea che ha potuto ammirare lo spettacolo della B1 femminile, la Tosti è stata la solita garanzia in campo, anche se problemi fisici le avevano impedito fino a un paio di giorni prima di attaccare da posto 4, ma si sa che in circostanze del genere lei riesce sempre a essere più forte di qualsiasi altra ragione. E la vittoria per 3-2 sul Castelfranco di Sotto assume un valore maggiore se si pensa alla situazione della vigilia: Lachi out; Errichiello e Sergiampietri non al meglio e la stessa Tosti, che avrebbe potuto diventare un altro punto interrogativo. “Il risultato di sabato è stata una grande iniezione di fiducia – commenta subito il capitano biancorosso – perché il precampionato non era andato troppo bene. È stato quindi ancora più bello ottenere il successo, anche per me che avevo ricominciato a schiacciare soltanto giovedì”. E il Castelfranco di Sotto si è esattamente rivelato per quello che è nella realtà. “Ero francamente un po’ preoccupata, perché si tratta di una squadra che difende molto e che si fa notare anche a muro; ha poi un allenatore che lavora parecchio, ma anche noi dovevamo dimostrare qualcosa e soprattutto iniziare con il piede giusto in casa per trasmettere fin da subito il giusto entusiasmo all’ambiente”. Luci e ombre della partita? “Fermo restando che il Castelfranco ha fatto il suo, dobbiamo imparare la lezione dai due set persi per evitare i cosiddetti “filotti”, ovvero le strisce negative. Bisogna capire che se le avversarie prendono il largo è possibile recuperare lo svantaggio e quindi non dobbiamo allentare la tensione sul piano mentale e scomporci. Poi però nel tie-break siamo uscite dalle difficoltà”. Due parole doverose per le esordienti: la schiacciatrice Francesca Mancini e il libero Giada Cesari. “A fine gara, sono andata a fare i complimenti a entrambe. Si sono subito integrate nel gruppo e hanno dimostrato di saper stare benissimo in questa categoria. A loro va la fetta più grossa della vittoria”. Comunque sia, i margini di miglioramento da sfruttare sono ancora consistenti. “Senza dubbio! Ed è questo che mi conforta: già rispetto alle amichevoli, c’è stato un maggiore equilibrio in campo”. Sabato prossimo, prima trasferta e derby a Perugia contro la 3M Pallavolo degli ex Marco Gobbini e Giorgia Silotto, che ha esordito perdendo per 2-3 a Moie. Un’altra battaglia all’orizzonte? “Sì, anche perché sarà sempre così. Loro avranno una grande voglia di riscatto e saranno quindi agguerrite, ma questo per noi diventa uno stimolo in più”. Parola di capitan Silvia Tosti.

GLI AUGURI AD AURORA FIORINI – Nella giornata di giovedì 17 ottobre, Aurora Fiorini è stata sottoposta a intervento chirurgico nella clinica Prosperius di Umbertide dall’equipe del dottor Ermanno Trinchese. Il giovane libero biancorosso aveva riportato una seria lesione ai legamenti crociati e al menisco del ginocchio destro; per lei, è iniziata ora la fase della convalescenza e già sabato era sugli spalti per incitare le compagne di squadra. Società, squadra e tifosi augurano di nuovo una pronta guarigione alla sfortunata giocatrice.

Ultime notizie di Sport per Città di Castello