Le telecamere degli accessi al territorio di San Giustino hanno ripreso e segnalato auto e persone sospette.

Le telecamere degli accessi al territorio di San Giustino hanno ripreso e segnalato auto e persone sospette.
Le telecamere degli accessi al territorio di San Giustino hanno ripreso e segnalato auto e persone sospette.

Il sistema di “Allert” nel territorio sangiustinese sta dando i suoi frutti e anche in questi giorni sono stati segnalati alcuni mezzi sospetti. L’ultimo fatto in ordine di tempo riguarda il fermo da parte della Polizia Municipale di un’auto sospetta, si tratta di un’Audi con targa rumena che è stata segnalata dai dispositivi elettronici posti agli accessi del territorio comunale e che una volta individuata è stata raggiunta dagli agenti comunali. Durante i controlli è emerso che i quattro occupanti del mezzo erano quattro cittadini rumeni senza fissa dimora, con già un foglio di via. Fondamentale è stata la collaborazione con le forze dell’ordine locali, infatti sul posto sono intervenute anche una pattuglia dei Carabinieri e del commissariato di Città di Castello. Nei giorni scorsi inoltre le telecamere hanno seguito i movimenti di una banda che nel giro di poche ore ha rubato quattro mezzi fra auto, camion e furgoni forzando anche i cancelli di due fabbriche sangiustinesi nell’intento di commettere un furto ma sentendosi braccati hanno cercato di scappare eludendo le ricerche e spostandosi quindi con mezzi diversi rubati al momento. Sono riusciti poi a scappare lungo la E45 con un mezzo aziendale, oltretutto carico di merce pronta per la consegna, e far perdere le proprie tracce. Il comandante della Polizia Municipale Antonello Guadagni ha sottolineato l’importanza di creare una rete informatica fra i territori della vallata per rendere condivisibili le informazioni ricevute dai dispositivi elettronici posti ai varchi delle varie città dell’Alto Tevere fra Umbria e Toscana.