Prosogni riservata per una bimba di sei anni affetta da malaria.

Prosogni riservata per una bimba di sei anni affetta da malaria.
Prosogni riservata per una bimba di sei anni affetta da malaria.

E’ un bollettino medico diramato in mattinata ad informare che sono in via di miglioramento, ma la prognosi resta ancora riservata, le condizioni della bambina di 6 anni, ricoverata da domenica pomeriggio nella struttura complessa di Pediatria del Santa Maria della Misericordia. Prosegue il monitoraggio dei parametri vitali e i sanitari hanno rilevato un costante miglioramento dei valori ematologici, grazie alle terapie e alla trasfusione effettuata già nella prima fase di ricovero, come ha riferito il dottor Edoardo Farinelli in servizio nella giornata di domenica.

Il caso viene seguito anche dalla dottoressa Rita Cozzali e dal direttore della struttura professor Giuseppe Di Cara: «Stiamo seguendo la paziente in stretta collaborazione con i colleghi della struttura di Malattie Infettive, e possiamo considerare i risultati più che soddisfacenti», dice il medico che precisa come non sia tuttavia possibile fare una previsione circa la durata della degenza.

Ha trovato conferma il fatto che la bambina abbia trascorso, nel mese di settembre, un periodo di vacanza in Costa D’Avorio.

«In casi come questo la profilassi, prima di mettersi in viaggio è obbligatoria per chi si reca in paesi a rischio. – sostengono i medici – La diagnosi di malaria è di facile acquisizione, ma chiaramente le informazioni raccolte in fase di accettazione del paziente sono utilissime».