Confindustria Umbria su riapertura Puleto: bene, ma ora si deve procedere celermente.

Confindustria Umbria su riapertura Puleto: bene, ma ora si deve procedere celermente.
Confindustria Umbria su riapertura Puleto: bene, ma ora si deve procedere celermente.

A poche ore dalla riapertura al traffico pesante del viadotto Puleto sono tanti i tir che sono tornati a solcare quel tratto di E45.

Ma intanto le istituzioni continuano a chiedere maggiori garanzie. Prima i sindaci dell’Altotevere, poi Confindustria con una nota diramata in queste ore nella quale accoglie positivamente la notizia della riapertura, ma auspica che i lavori in corso sul viadotto e su tutta la E45 procedano speditamente.

«Le nostre imprese – sottolinea Maurizio Mariotti, presidente della sezione d Perugia di Confindustria Umbria e Consigliere delegato alle Infrastrutture _ attendevano da tempo che la situazione si sbloccasse. Questi mesi di attesa hanno comportato notevoli disagi al sistema economico regionale: le imprese di trasporto, così come quelle produttive, hanno dovuto sopportare costi aggiuntivi spesso molto onerosi».

Confindustria Umbria auspica che i lavori che Anas sta eseguendo sul Puleto, e più in generale sulla E45 per il suo ammodernamento, procedano speditamente e con tempi certi.

Il tratto interessato è quello tra Valsavignone e Canili, in provincia di Arezzo dove ora è regolarmente consentito il transito senza limitazioni di massa fino a 44 tonnellate sull’intera direttrice E45 Orte-Cesena.

I lavori  per un investimento complessivo di 2,5 milioni di euro, sono stati appaltati nel 2018 e consegnati all’impresa esecutrice nel mese di dicembre.