Il comune di Città di Castello rimborserà la Tari, la tassa sui rifuti, per chi ha un Isee ridotto

Il comune di Città di Castello rimborserà la Tari, la tassa sui rifuti, per chi ha un Isee ridotto
Il comune di Città di Castello rimborserà la Tari, la tassa sui rifuti, per chi ha un Isee ridotto

Le agevolazioni sulla Tari per i tifernati sono state confermate. Anche nel 2019 infatti, il comune di Città di Castello ha mantenuto il rimborso spese per chi si trova condizione di disagio economico e sociale, con un Isee fino a 9500 euro. Nel 2018 erano stati 130 i soggetti a cui l’Amministrazione aveva erogato un rimborso della tassa sui rifiuti. Naturalmente, ci sono alcuni requisiti da rispettare: essere residenti a Città di Castello, essere in regola con i pagamenti pregressi della Tari ed avere un’utenza domestica. “Abbiamo ritoccato l’Isee passando da 8.500 euro a 9.500 perché avevamo ancora disponibilità - commentano dall’Amministrazione comunale -; il quadro di questi ultimi anni richiede un sistema di protezione sociale anche per lunghi periodi”, spiegano ancora dal comune tifernate. Il rimborso riguarderà la Tari del 2018. Agli aventi diritto, sarà concesso fino a un massimo di 130 euro per nuclei familiari fino a tre componenti e 180,00 per nuclei familiari da quattro a più componenti. Per ottenere il rimborso, è necessario  fare domanda negli uffici di competenza, mentre i moduli per la domanda sono pubblicati anche nel sito del comune. Le domande dovranno essere presentate entro il 22 novembre 2019.