Domani taglio del nastro per la Biblioteca di Città di Castello che finalmente apre al pubblico.

Domani taglio del nastro per la Biblioteca di Città di Castello che finalmente apre al pubblico.
Domani taglio del nastro per la Biblioteca di Città di Castello che finalmente apre al pubblico.

«L’apertura della Biblioteca Carducci sarà una festa per la città e perché lo sia davvero si stanno mobilitando in queste ore associazioni, società rionali e semplici cittadini»: a poche ore dal taglio del nastro previsto per domani alle ore 15,30 il sindaco Luciano Bacchetta e gli assessori Michele Bettarelli e Luca Secondi fanno il punto sull’appuntamento che a Città di Castello occuperà il fine settimana.

Oggi si terrà l’anteprima per istituzioni e stampa e domani, a partire dalle 15.30, grande iniziativa pubblica.

Il programma inizierà col trasferimento simbolico di libri dal punto prestito NelFrattempo, in Corso Cavour alla nuova Biblioteca di Palazzo Vitelli a San Giacomo con un bibliocorteo.

Palazzo Vitelli a San Giacomo è un palazzo nobile del Cinquecento che ha dovuto subire profonde trasformazioni per diventare sede di servizi.

La trasformazione del palazzo in biblioteca iniziò nel 1999 poi si sono susseguiti cinque lotti di lavori.

La giornata di domani inizierà alle 15.30 in Corso Cavour, davanti a NelFrattempo, dove la Filarmonica Puccini e la Compagnia dei Balestrieri e dei Capitani dell’arme antica, la società Mattonata e il Prato, con molte sorprese, accompagneranno il Bibliocorteo fino a via XI Settembre. La sfilata simbolica, da una sede all’altra, è aperta a tutti coloro che vorranno unirsi al serpertone.