E45, danni economici per 9 milioni 100mila euro

E45, danni economici per 9 milioni 100mila euro
E45, danni economici per 9 milioni 100mila euro

9milioni 100mila euro di danni per l’interruzione della circolazione sulla E45: è questa la cifra comunicata dalla Regione Toscana al Governo Ammonta. La stima complessiva dei danni subiti dal territorio della Valtiberina è contenuta in una lettera firmata dal presidente Enrico Rossi e indirizzata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio e al capo della Protezione civile Angelo Borrelli. Assieme alla comunicazione al governo nazionale è giunta anche con un’altra missiva sempre firmata da Enrico Rossi la richiesta di altri 6 milioni di euro per gli ammortizzatori sociali in deroga o per indennità una tantum a favore di tutte le tipologie di lavoratori (dipendenti, autonomi, titolari d'impresa) che abbiano dovuto sospendere o ridurre l'attività a causa della chiusura dell'asse viario E45. Per quel che riguarda invece la stima dei danni, nel dettaglio si tratta di perdite delle aziende manifatturiere per 4 milioni 300mila euro, 3 milioni 700mila per le aziende di trasporto, 500mila euro per ammortizzatori sociali non disponibili e infine 600mila euro per danni alle attività turistico-ricettive.