E45, arrivano quattro avvisi di garanzia ai dirigenti Anas e una nuova perizia

E45, arrivano quattro avvisi di garanzia ai dirigenti Anas e una nuova perizia
E45, arrivano quattro avvisi di garanzia ai dirigenti Anas e una nuova perizia

Nuovi sviluppi nell'inchiesta della Procura di Arezzo sul viadotto 'Puleto' posto dal giudice sotto sequestro con conseguente chiusura della E45, riaperta recentemente solo al traffico leggero. Infatti il procuratore capo Roberto Rossi ha emesso quattro avvisi di garanzia per altrettanti dirigenti del compartimento Anas di Firenze,  Antonio Scalamandré, Rocco Oliviero e Massimo Pinelli, e per il capocantoniere Luigi Sestini che si occupa del tratto toscano della E45. Rossi intende procedere a una nuova perizia, sotto forma di accertamento tecnico irripetibile. Gli indagati assieme ai propri avvocati sono stati convocati in procura ad Arezzo per la notifica degli avvisi e per il conferimento dell'incarico della nuova perizia agli ingegneri Antonio Turco e Fabio Canè, i medesimi che scrissero la relazione con cui fu disposta la chiusura fra le uscite Valsavignone e Canili. Il procuratore dai periti vuol saperne di più sulla stabilità del viadotto e sui rischi per gli automobilisti. Il procedimento penale riguarda l'articolo 677 del codice penale, in sostanza l'omessa manutenzione dell'infrastruttura.