Riapre in maniera regolare l'Archivio storico di Sansepolcro grazie alla sinergia fra la diocesi aretina e un’associazione biturgense

Riapre in maniera regolare l'Archivio storico di Sansepolcro grazie alla sinergia fra la diocesi aretina e un’associazione biturgense
Riapre in maniera regolare l'Archivio storico di Sansepolcro grazie alla sinergia fra la diocesi aretina e un’associazione biturgense

Nei giorni scorsi è stata firmata la convenzione per rendere nuovamente fruibile al pubblico l'Archivio storico diocesano di Sansepolcro, che ha sede nel palazzo vescovile della città e che conserva la memoria di cinque antiche istituzioni ecclesiastiche che tra Medioevo ed età moderna. L’accordo è stato firmato dalla Fondazione «Rete archivistica bibliotecaria museale della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro» e dall'Associazione «Vivere a Borgo Sansepolcro», da oltre cinquanta anni impegnata nella valorizzazione della storia e del ricco patrimonio artistico e architettonico della città. Lo scopo è aprire di nuovo l'Archivio alla consultazione del pubblico, dopo circa tre anni nei quali la consultazione era avvenuta in maniera più saltuaria.  In base alla convenzione l'Associazione s'impegna a fornire personale volontario per garantire l'apertura agli studiosi una volta alla settimana per il periodo 1° settembre-30 giugno (è stato scelto il giovedì), esercitare la sorveglianza in sala studio, effettuare prelevamento, consegna e ricollocamento delle unità archivistiche, effettuare la registrazione degli studiosi e delle unità date in consultazione. I volontari attualmente in servizio sono otto, tra cui un diplomato in archivistica che coordina il gruppo.