Neve a bassa quota in vallata. Un maggio anomalo frena l'arrivo della primavera.

Neve a bassa quota in vallata. Un maggio anomalo frena l'arrivo della primavera.
Neve a bassa quota in vallata. Un maggio anomalo frena l'arrivo della primavera.

Piogge e addirittura neve sul nostro Appennino tra domenica pomeriggio e lunedì notte a quote anche molto basse. Brutte notizie dunque sul fronte meteo per l'arrivo di una tardiva ondata di freddo che colpirà gran parte dell’Italia e che nel weekend si abbatterà anche sulla nostra vallata. Una situazione che a Maggio si riscontra raramente. Nello specifico a scendere verso le nostre regioni è una forte corrente artica che provocherà di conseguenza un sensibile calo delle temperature. Neve dunque in previsione per la giornata di domenica con fiocchi anche sotto i 700 metri, precipitazioni che nelle nostre zone sono poco comuni anche in pieno inverno. Il maltempo persisterà fino a lunedì. A peggiorare la situazione sarà il repentino cambiamento in previsione per la tarda serata quando tornerà il sereno, ma le temperature non varieranno facendo così aumentare il rischio di gelate notturne. Tempo in miglioramento a partire da mercoledì anche se le giornate saranno comunque instabili. Un mese di maggio anomalo che non permette nemmeno al fisico di rifiorire, è dunque normale, spiegano gli esperti, avvertire eccessiva stanchezza e sonnolenza, avere problemi di insonnia, ad avere la meglio sono coloro che soffrono di allergie primaverili, la pioggia infatti tiene a bada la volatilità dei vari pollini. I medici consigliano di vestirsi a strati per essere pronti a qualsiasi eventuale repentino cambio delle temperature.