Si ribalda con l'escavatore, muore in sala operatoria 62enne tifernate.

  • Si ribalda con l'escavatore, muore in sala operatoria 62enne tifernate.
  • Si ribalda con l'escavatore, muore in sala operatoria 62enne tifernate.
Si ribalda con l'escavatore, muore in sala operatoria 62enne tifernate.

TRAGEDIA sul lavoro in Altotevere.

Un sessantaduenne tifernate, Maurizio Milli residente a Promano, si è ribaltato con un mini escavatore mentre stava lavorando in un campo di ulivi nella zona di Montone ed è rimasto ferito gravemente agli arti inferiori oltre ad aver riportato lesioni da schiacciamento.

Soccorso dal 118 e dai vigili del fuoco di Città di Castello, giunti sul posto poco prima delle 11, è stato portato all’ospedale tifernate in codice rosso con gravissimi traumi agli arti inferiori.

Le sue condizioni sono parse sin da subito disperate.

All’interno della struttura sanitaria, è morto intorno alle ore 13, nonostante la tempestività delle cure e i tentativi di rianimarlo messi in atto dai medici.

Gravissimi i traumi da schiacciamento riportati nell’incidente col mezzo che lo ha travolto mentre lui stava lavorando in un campo della zona di Montone.

Sulla salma non verrà effettuata alcuna autopsia perché si ritiene che la morte sia dovuta ai gravi traumi riportati. 

Maurizio Milli, padre del parroco di San Giustino Don Filippo Milli, era molto amato dalla comunità tifernate: molto attivo anche nel mondo del calcio, lo conoscevano tutti come Truma.