I pendolari attaccano la rete ferroviaria. La situazione dei trasporti in Umbria resta calda

I pendolari attaccano la rete ferroviaria. La situazione dei trasporti in Umbria resta calda
I pendolari attaccano la rete ferroviaria. La situazione dei trasporti in Umbria resta calda

Nuovo duro intervento da parte del comitato pendolari stufi in risposta al bilancio fatte da RFI (rete ferroviaria italiana) dopo la prima settimana di riapertura al traffico ferroviario.

“il tempo di percorrenza rimane un’odissea” con queste parole il nuovo comitato pendolari risponde A Rete Ferroviaria Italiana che sottolinea diversamente la puntualità dei 168 treni in Umbria.

La presidente del comitato Annalisa Costa si mette in prima persona a difesa dei tanti pendolari che ogni giorno sono costretti a usare treni in queste condizioni racconta di aver fatto un viaggio da Trestina a Perugia, con una somma di 8 euro di andata e ritorno,  di pochi km in 1ora e 40 minuti.

Infine Annalisa Costa, lancia l’ennesimo appello affinché prima dell’inizio di settembre il ritmo e la situazione cambino  radicalmente. Intanto sulla situazione delle infrastrutture in Umbria abbiamo chiesto al Pres. Fabio Paparelli spiegazioni riguardo ai tagli regionali ai trasporti pubblici.