Un fermo no alle aperture domenicali dei supermercati arriva da Acli, Confesercenti e Confcommercio

Un fermo no alle aperture domenicali dei supermercati arriva da Acli, Confesercenti e Confcommercio
Un fermo no alle aperture domenicali dei supermercati arriva da Acli, Confesercenti e Confcommercio

Un “no” alle aperture domenicali indiscriminate dei grandi centri commerciali per tutelare il piccolo commercio al dettaglio. La ferma posizione è del circolo Acli “Adriano Olivetti” di Sansepolcro che ha avuto un incontro con i rappresentanti di Confesercenti e di Confcommercio per un confronto sulle problematiche del commercio, legate alla proliferazione di centri commerciali e alla deregolamentazione degli orari di apertura nei giorni festivi. Le tre associazioni hanno ribadito l’auspicio che nelle politiche di sviluppo commerciale si privilegi il piccolo commercio di vicinato fuori e dentro al centro storico e non invece i grandi centri commerciali che, hanno detto, con la loro presenza, impoveriscono la rete distributiva tradizionale. Un’ulteriore urgenza espressa nella riunione riguarda inoltre la regolamentazione delle aperture domenicali, affinché siano legate alle effettive esigenze e caratteristiche del territorio per diventare un valore aggiunto dell’economia e non motivo di frustrazione e malcontento. Le Acli “Adriano Olivetti” – afferma una loro nota - si pongono in linea con la visione economica dello stesso Olivetti a cui è dedicato il circolo e condividono le preoccupazioni con Confesercenti e Confcommercio. I partecipanti all’incontro hanno auspicato che sia dato uno sguardo particolare e un aiuto concreto, da parte delle istituzioni locali e nazionali, a chi con la propria attività commerciale svolge un ruolo sociale imprescindibile per la costruzione di una comunità integrata e solidale.