Ritrovati i corpi senza vita dei due turisti francesi scomparsi in Alto Tevere.

Ritrovati i corpi senza vita dei due turisti francesi scomparsi in Alto Tevere.
Ritrovati i corpi senza vita dei due turisti francesi scomparsi in Alto Tevere.

Dopo due giorni di ricerche sono stati trovati senza vita ieri pomeriggio, i due turisti francesi scomparsi in Altotevere. A lanciare l'allarme nei giorni scirsi sono stati i figli che non avevano più loro notizie dal 3 di giugno. Lui si chiamava Marc Sansonetti e aveva 66 anni; la moglie Marie-Therese Biernat, 64 anni; i due vivevano a nord di Parigi ed erano venuti nel nostro Paese a fine maggio per scoprire le meraviglie dell’Umbria e della Toscana.

I due coniugi sono rimasti vittime di una incidente in cui la loro auto è sprofondata in una scarpata, alta oltre 200 metri, dopo essere uscita di strada. 

Il gps dell'auto, una Toyota Yaris noleggiata a Firenze, li aveva localizzati in questa zona umbra dove si sono concentrate le ricerche nella giornata di ieri.

Ad individuare la vettura, l’elicottero dei vigili del fuoco poi anche grazie ad alcune tracce della stessa utilitaria in prossimità del tornante che porta a Bocca Trabaria (poco distante da Sant’Anastasio): l’uomo, secondo una prima ricostruzione dei fatti avrebbe perso il controllo del mezzo mentre viaggiava in direzione San Giustino ed è uscito nell’unico punto della curva- senza guard rail- ed ha proseguito la corsa volando nella scarpata.

Le due salme, una delle quali in avanzato stato di decomposizione, sono state ritrovate poco distanti l’una dall’altra. L’incidente potrebbe essere avvenuto proprio il giorno della scomparsa. Del caso dei due turisti si era occupata anche la trasmissione «Chi l’ha visto». Il recupero delle salme si è rivelato molto difficile poiché la zona del ritrovamento è particolarmente impervia.

Sul posto per i soccorsi le squadre dei vigili del fuoco, anche il soccorso Saf, gli agenti del commissariato di polizia, quelli della polizia Municipale di San Giustino (durante le operazioni di recupero anche il sindaco Paolo Fratini ha effettuato un sopralluogo).