A Sansepolcro, sabato 22 giugno torna allo Stadio Buitoni la storica sfida stracittadina tra i rioni di Porta Romana e Porta Fiorentina

A Sansepolcro, sabato 22 giugno torna allo Stadio Buitoni la storica sfida stracittadina tra i rioni di Porta Romana e Porta Fiorentina
A Sansepolcro, sabato 22 giugno torna allo Stadio Buitoni la storica sfida stracittadina tra i rioni di Porta Romana e Porta Fiorentina

Con una partecipata presentazione nel chiostro di Palazzo delle Laudi, sede del Comune di Sansepolcro, è stato presentato il ritorno della storica sfida calcistica tra i rioni di Porta Romana e Porta Fiorentina. Assieme alle autorità comunali c’erano Fabio Chimenti, che fu patron della manifestazione, i due responsabili di rione, Ivano Becci per Porta Romana e Alberto Marconcini per Porta Fiorentina, i quali hanno rispettivamente nominato Davide Mezzanotti e Paolo Valori, anch’essi presenti all’incontro. E dunque sabato 22 giugno, dopo ben trentuno anni, lo Stadio Comunale Buitoni ospiterà la 19ª edizione della stracittadina che ha appassionato intere generazioni di borghesi.

La partita, in programma alle 21:00 con ingresso libero, vedrà anche le esibizioni dei Musici della Società Balestrieri e del Gruppo Sbandieratori. Al termine del match, svolta la cerimonia di premiazione, la serata proseguirà all’interno dello stadio con gli stand gastronomici del Vivi Altotevere e l’esibizione live del gruppo musicale Talkland. Porta Romana-Porta Fiorentina è molto più di una semplice serata di sport. L’evento, in particolare nelle edizioni a cavallo tra gli anni ‘70 e ’80, ha scritto pagine indelebili nella storia recente di Sansepolcro, non solo sportiva. Accogliendo positivamente lo stimolo del concittadino Gian Marco Piccini, oggi l’amministrazione comunale ha scelto di riproporre la serata coinvolgendo il patron storico della manifestazione Fabio Chimenti, organizzatore delle edizioni dal 1975 al 1988, assieme al giornalista Claudio Roselli, suo storico collaboratore. Nella presentazione pubblica è riapparso anche lo storico drappo del 1935, conservato da Porta Romana che vinse l’ultima sfida nel 1988 e che verrà messo in palio nuovamente in questa occasione.