Sansepolcro: ancora nessuna traccia del fucile con cui sparò dalla finestra. 44enne ancora in cercere.

Sansepolcro: ancora nessuna traccia del fucile con cui sparò dalla finestra. 44enne ancora in cercere.
Sansepolcro: ancora nessuna traccia del fucile con cui sparò dalla finestra. 44enne ancora in cercere.

A Sansepolcro non si trova il fucile  con il quale il 28 maggio scorso un 44enne residente in frazione Basilica sparò dalla finestra di casa contro alcuni amici scambiandoli per dei carabinieri. L’uomo da allora è rinchiuso nel carcere di Arezzo con l’accusa di tentato omicidio e di porto e detenzione illegale di armi. Da quel momento sono anche iniziate le ricerche a tappeto dell’arma, che però ancora non hanno dato alcun risultato.  Se ne sono occupati i vigili del fuoco volontari del lo0cale distaccamento assieme a una  unità cinofila dei carabinieri che ha portato alcuni cani molecolari appositamente addestrati. Ma del fucile nessuna traccia. Ma il ritrovamento dell’arma è essenziale anche per i legali del 44enne per poter chiede una misura alternativa alla detenzione in carcere. Il biturgense, difeso dai legali Enrico Cerulli e Tiberio Baroni, è già stato in passato protagonista di episodi analoghi. In questo caso sembra che il suo sfogo di rabbia sia partito dalla revoca della patente di guida dopo che aveva presentato ricorso per questo provvedimento e l’aveva perso.