Nuovo regolamento dei servizi per la prima infanzia, approvazione del consiglio comunale di Città di Castello.

Nuovo regolamento dei servizi per la prima infanzia, approvazione del consiglio comunale di Città di Castello.
Nuovo regolamento dei servizi per la prima infanzia, approvazione del consiglio comunale di Città di Castello.

Nuove regole e sconti per i secondo geniti nei servizi di prima infanzia nel comune di Città di Castello. Innanzitutto cambiano le norme riguardanti le modalità di costruzione della graduatoria che viene periodicamente controllata e adeguata. Importanti sono le scontistiche previste, per il secondo figlio c’è una riduzione del costo del 50% e addirittura del 70% per il terzo. Sono stati rivisti anche gli orari per permettere ai genitori di lasciare in libertà i propri piccoli nelle strutture. Fondamentale è la tutela dell’integrazione e dunque ecco che l’Arca diviene uno spazio gioco per facilitare a piccoli e genitori il passaggio dal nido alla materna, così come viene dato sostegno all’allattamento materno, momento irrinunciabile per ogni famiglia: per questo gli spazi adibiti verranno muniti di tutte le dotazioni necessarie per permettere di facilitarne la fruizione. Per la salute viene introdotta l’autocertificazione, così come la regola riguardante il fatto che il nido non potrà essere frequentato da bambini con ingessature o ferite profonde, una misura di sicurezza a tutela dei piccoli e dei lavoratori stessi. Parte fondamentale la giocano le famiglie che sono coinvolte nel comitato di gestione, che sarà composto da 3 rappresentanti dei genitori e 2 del personale educativo più un rappresentante per personale ausiliario e uno del territorio indicato dall’Amministrazione. La proposta del nuovo regolamento è stata approvata in sede di consiglio comunale nella seduta dello scorso 21 gennaio con voto unanime, unica astensione quella della Lega che invita l’amministrazione a non guardare solo al conteggio dell’Isee ma alla capacità reale di reddito delle famiglie che fanno domanda.