Ai Negrita i Carabinieri restituiscono l'intera strumentazione. Occhi puntati ora sulla partecipazione a Sanremo.

Ai Negrita i Carabinieri restituiscono l'intera strumentazione. Occhi puntati ora sulla partecipazione a Sanremo.
Ai Negrita i Carabinieri restituiscono l'intera strumentazione. Occhi puntati ora sulla partecipazione a Sanremo.

La band Negrita si riappropria della propria strumentazione rubata nella notte di Natale. L’indagine, condotta dalla Stazione Carabinieri di Subbiano e dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Arezzo, si è conclusa in tempi brevi permettendo ai musicisti aretini di tornare in possesso dei loro strumenti musicali e degli amplificatori sottratti furtivamente dalla casa di Enrico Salvi, in arte Drigo a Castelnuovo di Subbiano, sede dello studio di registrazione della band. Passo falso dei malviventi che avevano rubato la strumentazione il tentativo di rivendita di due chitarre in un negozio di Perugia, e proprio in quell’occasione il titolare del negozio insospettito aveva lanciato l’allarme, segnalazione che aveva permesso agli agenti della Polizia di Stato di Perugia di rintracciare gli individui sospetti e di recuperare la refurtiva, prontamente riconsegnata ai musicisti. In seguito le indagini hanno permesso di ritrovare in un forno in cemento situato in un parco pubblico tra i Comuni di Subbiano ed Anghiari il resto della strumentazione. Una vicenda a lieto fine che permetterà ora alla nota band di dedicarsi interamente alla preparazione per le serate del Festival di Sanremo, che inizierà fra meno di 4 settimane, e alla quale prenderanno parte in gara con altri grandi nomi della musica italiana.