Arrestate due persone per furto a Sansepolcro. La Polizia intercetta e mette in manette due rumeni

Arrestate due persone per furto a Sansepolcro. La Polizia intercetta e mette in manette due rumeni
Arrestate due persone per furto a Sansepolcro. La Polizia intercetta e mette in manette due rumeni

Furto aggravato: è questa l’accusa per cui sono stati arrestati dalla polizia due cittadini di origine rumena. Nel pomeriggio del 9 gennaio intorno alle 17, una volante ha controllato due persone, un uomo ed una donna entrambi rumeni non residenti in Italia, a bordo di un’autovettura sospetta con targa straniera.

Durante l’ispezione i poliziotti hanno trovato, in un apposito spazio ricavato modificando i sedili posteriori, numerosi capi di abbigliamento di note marche e delle confezioni di costosi profumi. A questo punto i due sono stati portati in commissariato e, durante le successive testimonianze sono emerse alcune incongruenze.

Gli accertamenti effettuati sul sistema di videosorveglianza del Comune -che aveva ripreso l’autovettura in ingresso a Sansepolcro in un particolare orario -ha indotto gli agenti a ricercare le eventuali vittime del reato tra gli esercenti del centro storico biturgense.

La polizia ha individuato in poco tempo i negozi che avevano appena subìto il furto e che ancora non avevano avuto modo di accertare l’ammanco.

A seguito delle denunce sporte dai titolari degli esercizi commerciali, i due cittadini stranieri sono stati arrestati per furto aggravato continuato ed in concorso e portati nelle camere di sicurezza della Questura di Arezzo.

Questa mattina sono stati processati col rito direttissimo davanti al giudice del Tribunale di Arezzo che ha convalidato gli arresti e disposto la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia aretina in attesa del giudizio.

In aggiunta è stata applicata dalla Questura di Arezzo la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Sansepolcro per tre anni.