Camion di Gesenu bloccati a Belladanza. Stop ai rifiuti da Perugia.

  • Camion di Gesenu bloccati a Belladanza. Stop ai rifiuti da Perugia.
  • Camion di Gesenu bloccati a Belladanza. Stop ai rifiuti da Perugia.
Camion di Gesenu bloccati a Belladanza. Stop ai rifiuti da Perugia.

Il caso rifiuti è scoppiato a Città di Castello quando quattro camion di Gesenu provenienti da Perugia carichi di materiale solido urbano da smaltire nell’impianto di Belladanza non sono stati fatti entrate.

Da ottobre 10 mila tonnellate di rifiuti sono stati smaltiti nel capoluogo tifernate a seguito dell’emergenza regionale, fino a ieri alle ore 11 quando i camion carichi sono arrivati davanti al sito, ma hanno trovato le sbarre abbassate e non si sono alzate per nessuno.

La situazione che si presentava era quella di una fila di mezzi fermi davanti all’impianto con il personale di Gesenu che attendeva le autorizzazioni, ma non sono  arrivate.

Nel primo pomeriggio di ieri i camion sono tornati indietro verso il  capoluogo perugino senza aver svuotato i rifiuti.

Sarebbero intercorse telefonate piuttosto accese tra il sindaco Andrea Romizi e il Prefetto Claudio Sagaraglia, tra l’altro nelle stesse ore a Città di Castello in visita dal sindaco Bacchetta col quale si è poi intrattenuto anche a pranzo proprio per parlare dell’emergenza rifiuti. 

Le ragioni del blocco?

Nessuna dichiarazione ufficiale è arrivata da parte del Comune o di Sogepu.

Il sindaco tifernate era stato chiaro sin dalla conferenza stampa a Perugia quando aveva lanciato il suo ultimatum: «La nostra discarica è piena e non può diventare quella di tutta l’Umbria».

Sul caso l’Autorità d’ambito regionale ha concesso una proroga fino al 21 gennaio consentendo ai rifiuti di Perugia di giungere ancora a Città di Castello e Orvieto.

Ma non basta.

Per Città di Castello vale l’indirizzo unanime del consiglio comunale che ha deliberato lo stop al conferimento al 31 dicembre 2018.

E’ dunque per questo motivo che i camion di Perugia arrivati fuori tempo massimo (essendo scaduta l’autorizzazione con l’anno appena concluso) sono stati bloccati?

La sensazione è che la partita dei rifiuti si stia trasformando in un braccio di ferro, politico, tra Città di castello e Perugia che intanto ha dovuto riprendersi i camion carichi di immondizia.

In queste ore si vocifera che sarebbe imminente la riapertura di una parte della discarica di Borgoglione: la Regione è infatti al lavoro per scrivere la determina che permetterebbe l’apertura di un’area dell’impianto.