Ancora attesa per la Diga di Montedoglio, le Regioni si prendono altri giorni per stipulare una nuova gara.

Ancora attesa per la Diga di Montedoglio, le Regioni si prendono altri giorni per stipulare una nuova gara.
Ancora attesa per la Diga di Montedoglio, le Regioni si prendono altri giorni per stipulare una nuova gara.

Si dovrà ancora attendere per conoscere il futuro della Diga di Montedoglio. Le Regioni Umbria e Toscana si sono infatti prese un’altra settimana di tempo per rispondere all’Ente irriguo Umbro Toscano che ha comunicato il non interesse della Impregilo Salini a prendersi carico dei lavori di ristrutturazione del muro di sfioro dell’invaso crollato nel dicembre del 2010. Il termine ultimo di accettazione da parte dell’azienda affidataria dei lavori ricordiamo era il 17 febbraio scorso giorno in cui è arrivato il NO secco della Impregilo. L’Ente dunque deve attendere la risposta delle Regioni per poter avviare una nuova gara. Ma perché si deve farne una nuova e non si può scorrere in graduatoria? Perchè la gara a cui ha fatto riferimento l’assegnazione dei lavori è stata fatta nel 2008 e sono dunque ormai decorsi tutti i termini per poter proseguire con la stessa. Dunque si dovrà ricominciare da capo e nonostante sia stata celere la comunicazione da parte dell’Ente irriguo alle regioni, queste, che dovevano pronunciarsi nell’immediato, hanno chiesto altri giorni di tempo per poter procedere con l’avvio di tutte le pratiche.