Un incontro con il nuovo comandante per elaborare una strategia di sicurezza nel territorio. A chiederlo è Lignani Marchesani.

Un incontro con il nuovo comandante per elaborare una strategia di sicurezza nel territorio. A chiederlo è Lignani Marchesani.
Un incontro con il nuovo comandante per elaborare una strategia di sicurezza nel territorio. A chiederlo è Lignani Marchesani.

Furti, scippi e tentati furti, vandali: ora basta, contro tutti questi episodi di criminalità, occorre un «piano strategico di integrazione con le altre forze dell'ordine». L'idea è di Andrea Lignani Marchesani, esponente dei fratelli d'Italia, che su questo tema ha inviato una lettera al presidente della prima commissione consiliare «Programmazione», Massimo Minciotti per confrontarsi con il neo comandate della polizia municipale Joselito Orlando che si è insediato ormai da un mese.

«Il nuovo comandante dei vigili urbani si è insediato da quasi un mese – ha detto Lignani - ma a parte direttive sulla rigidità nelle contravvenzioni non ha dato particolari impronte strategiche al suo operato. Non è di per se stesso un segnale negativo perché è giusto conoscere preventivamente le risorse umane a disposizione ed il territorio in cui si opera con le sue caratteristiche».

«L'organo politico – ha concluso Lignani - ha il diritto e il dovere di confrontarsi con il nuovo Comandante da cui si deve preventivamente sapere la sua volontà, visto i precedenti, di investire professionalmente e temporalmente nel nostro Comune. Per questo motivo si sollecita il Presidente della Prima Commissione per una celere audizione del nuovo Comandante per ricevere  informazioni conoscitive e  fornire contributi di idee ed indirizzi politici».