Approvata la legge per il sostegno alle aziende vittime della chiusura della E45.

Approvata la legge per il sostegno alle aziende vittime della chiusura della E45.
Approvata la legge per il sostegno alle aziende vittime della chiusura della E45.

Ora è ufficiale: è stato approvato all'unanimità dal Consiglio Regionale della Toscana  il disegno di legge proposto dalla Giunta del presidente Enrico Rossi: l’atto sostiene le attività produttive danneggiate dalla chiusura del viadotto del Puleto lungo la E45. Lo stesso Rossi e l’assessore toscano a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli l’avevano annunciato venerdì scorso a Pieve Santo Stefano. Ora il Consiglio ha approvato in tempi rapidissimi la proposta della giunta di Firenze. “La Toscana è al fianco dei territori e delle comunità danneggiate”, ha commentato Ceccarelli, il quale ha anche auspicato “che il Governo e l’Anas, braccio operativo del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, facciano altrettanto". La legge – lo ricordiamo  - prevede un contributo di 300mila euro a favore delle imprese che si impegnano a non licenziare lavoratori. Anche il consigliere toscano della Lega Marco Casucci ha espresso soddisfazione per l’approvazione della legge in questione e ha informato che è stato anche approvato l’ordine del giorno della Lega collegato alla proposta di legge in cui si chiede alla Giunta che si attivi nelle sedi istituzionali opportune affinché sia accertata la possibilità che Anas restituisca alla Regione Toscana i 300mila euro stanziati per sostenere le aziende messe in crisi dalla chiusura della superstrada, visto che le cause che hanno portato alla chiusura potrebbero essere dovute a mancati interventi di manutenzione, insomma quello che il leghista Casucci ha definito “un disastro annunciato”, come è stato sottolineato anche da Confindustria Toscana Sud.   E45” ricorda Casucci.