La stazione di Montecastelli è rimasta un cantiere semi aperto, dove nessuno lavora, ma che necessita di una immediata messa in sicurezza.

La stazione di Montecastelli è rimasta un cantiere semi aperto, dove nessuno lavora, ma che necessita di una immediata messa in sicurezza.
La stazione di Montecastelli è rimasta un cantiere semi aperto, dove nessuno lavora, ma che necessita di una immediata messa in sicurezza.

Un cantiere aperto, ma che un vero cantiere non è. Così si presenta la situazione alla stazione fcu di Montecastelli, nel comune di Umbertide interessata dai lavori di ristrutturazione teoricamente terminati ad ottobre 2018, ma che in pratica non sono stati mai finiti. Dal giorno della ripartenza dei treni sono state sospese le fermate dei treni in questa stazione convogliandole nell’unica fermata al centro del paese. Nella stazione però è rimasto il caos, cavi scoperti, buche profonde nel terreno, basi cementizie accatastate nel binario parallelo a quello utilizzato per il passaggio dei treni. Lo stabile è in piena decadenza, ma ciò che più preoccupa sono le condizioni circostanti rese pericolose dall’abbandono di un cantiere attualmente non segnalato come attivo. Chiunque però può introdursi nella zona della stazione, non ci sono limiti, segnali o cartelli che indichino l’eventuale divieto di accesso all’area. I cittadini e gli utenti di Umbria Mobilità si domandano quando questa situazione sarà riportata alla normalità e verranno messi in sicurezza sia la stazione che il perimetro della stessa.